Archivio categorie : Domande e risposte

Quali sono i risparmi che possono derivare da uno stile di vita attivo?

In Inghilterra è stato calcolato che con 3.4 km di bicicletta o 1.6 di cammino al giorno, la riduzione delle patologie croniche porterebbe il Sistema Sanitario Nazionale a risparmiare circa 17 miliardi di sterline l'anno (l'1% del budget sanitario inglese). A Modena, utilizzando lo strumento Heat (Health economic assessment tool for cycling and walking) dell’OMS, è stato calcolato che per ogni euro speso per la ciclabilità se ne risparmiano circa 1000. A Verona sempre con Heat si può stimare che, […]

Quali sono gli effetti a lungo termine dell’inquinamento sulla salute?

Dato lo stretto rapporto tra promozione del cammino e della bicicletta e lotta all'inquinamento, pubblichiamo una breve sintesi dei dati emersi di recente su questo tema – dati che possono risultare utili per motivare ulteriormente al trasporto attivo popolazione e operatori.   Il 2013 da poco concluso è stato proclamato dall'Unione Europea "Anno dell'aria", per sensibilizzare governi e popolazione sul problema dell'inquinamento. Sono sempre più robuste infatti le evidenze scientifiche relative all'impatto dell'inquinamento dell'aria sulla salute umana, in particolare su […]

E’ vero che se mi muovo di più mangio di più?

No, la questione è più complessa. L'appetito al termine di uno sforzo non è regolato semplicemente dal dispendio di energia effettuato. Alcune ricerche mostrano come l'esercizio fisico, oltre ad aiutare a "bruciare" calorie in più, possa indurre indurre un senso di sazietà  grazie forse ad un'azione diretta sui neuroni dell'ipotalamo. Questo varrebbe soprattutto per l'attività  fisica praticata al mattino e con un corretto programma di allenamento. Per approfondire, alcuni articoli recenti su questo tema: Are Post-Exercise Appetite Sensations and Energy […]

Come utilizzare la newsletter per promuovere l’attività  fisica nel bambino?

Il tema dell’attività  fisica nel bambino è stato ripetutamente trattato negli scorsi numeri della presente newsletter. Crediamo utile riportare alcuni link agli articoli pubblicati: Obesità  in pediatria e disuguaglianze di salute Comportamenti a rischio negli adolescenti e tecniche di marketing sociale Quali capacità  motorie è importante stimolare nei primi anni di vita? Master sull’attività  motoria da 0 a 6 anni L’autonomia motoria nel bambino (consiglio comportamentale) L’atteggiamento verso il cammino e l’uso delle bicicletta nei bambini e nei loro genitori […]

Il decreto Balduzzi sull’obbligo di certificato medico è operativo? (parte seconda)

La situazione legislativa relativamente ai certificati medici per le certificazioni sportive è tuttora in evoluzione. Il DL 69 del 21.6.2013, la successiva legge 98 del 9.8.2013, la circolare ministeriale dell'11 settembre e il Decreto sulla pubblica amministrazione del 30 ottobre hanno ulteriormente modificato la situazione relativa al decreto Balduzzi e alle certificazioni sportive. Sarà  finita qui? Per approfondire: Il testo originario del decreto Balduzzi del 24 aprile 2013, contenente anche le definizioni di attività  ludico motoria (o amatoriale) e di […]

Il decreto Balduzzi sull’obbligo di certificato medico è operativo?

24.7.2013 Ci rammarichiamo di dover comunicare che il decreto applicativo è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 20.7.2013, pochissimi giorni dopo la stesura di questa newsletter. Nel prossimo numero forniremo ulteriori dettagli in merito; gli aspetti salienti del decreto sono evidenziati sul sito del Ministero della Salute. Abbiamo ricevuto da più parti quesiti sull’applicazione del decreto Balduzzi per quanto riguarda il certificato medico per l’attività motoria non agonistica. Come è noto il certificato veniva introdotto in molti casi in cui […]

L’attività  fisica riduce il rischio di demenza e malattie neurologiche?

Ecco alcuni dati dalla letteratura scientifica che dimostrano come seguire uno stile di vita sano possa ridurre il declino cognitivo e altre patologie neuro-degenerative. In uno studio del 2009, attraverso una review degli studi raccolti dal 1990 al 2007 riguardanti la relazione tra attività  fisica e diagnosi di malattie neuro-degenerative, si quantifica la correlazione esistente tra attività  fisica e demenza. Sono stati analizzati 16 studi prospettici che includono 163.797 partecipanti. Nelle persone con i livelli più alti di attività  fisica […]

Attività  fisica in gravidanza

L’attività  fisica può presentare rischi in gravidanza? Le linee guida per la gravidanza fisiologica, realizzate dall’Istituto Superiore di Sanità  e dal Centro per la valutazione dell’efficacia dell’assistenza sanitaria di Modena, passano in rassegna gli effetti dell’attività  fisica nella donna gravida (v. a pag 74 del pdf). L’attività  moderata non è risultata associata ad eventi avversi e comporta viceversa un miglioramento della forma fisica, mentre possono esservi dei rischi nel caso di un’attività  che preveda impatto fisico oppure possa comportare rischi […]

Quali consigli si possono dare sull’uso della bici in gravidanza?

Sicuramente la gravidanza è un momento della vita in cui è importante che la donna si prenda cura del suo corpo e metta in atto alcune precauzioni, anche riguardo all’esercizio fisico. Questo però non significa che debba rimanere inattiva e rinunciare ad attività  che prima praticava con piacere. Al contrario, praticare del movimento in gravidanza è benefico sia per la madre che per il bambino, in quanto incrementa il flusso sanguigno e l’apporto di ossigeno ai tessuti, riduce lo stress, […]

Quali capacità  motorie è importante stimolare nei primi anni di vita?

I bambini sviluppano le proprie capacità coordinative (destrezza fine, combinazione motoria, orientamento spazio-temporale, ritmo, memorizzazione, anticipazione motoria, capacità di fantasia motoria o di trasformazione, equilibrio) tra gli 0 e gli 11/12 anni. In particolare nella fascia d’età 0-6 è fondamentale dar loro la possibilità di fare diverse esperienze motorie, stimolando queste capacità  coordinative. Dovremmo prestare particolare attenzione alla manualità  (es: farli giocare con diversi tipi si materiali come la pasta, la pastina, la sabbia, l’acqua, i bottoni), la mobilità  (es: […]