17 Dic 2013

Interventi di comunità  su attività  fisica e alimentazione

Una revisione sistematica, tradotta e sintetizzata dal DORS, ha considerato gli interventi di comunità volti a migliorare le abitudini alimentari e a contrastare la sedentarietà, in particolare quelli effettuati in aree urbane degradate.

I dati dell'analisi quantitativa dei 35 studi presi in considerazione dicono che i partecipanti a questi programmi hanno acquistato e mangiato, almeno per la durata dell'intervento, più frutta e verdura e hanno fatto più movimento quotidiano. Occorrono tuttavia altre ricerche per confermare questi cambiamenti nel lungo periodo e per valutare l'efficacia di questi interventi sulla perdita di peso da parte delle persone in sovrappeso.

Dall'analisi qualitativa è invece emersa una serie di fattori che potrebbero impedire o viceversa semplificare il raggiungimento degli obiettivi dell'intervento di comunità.
I fattori più importanti identificati sono stati:

  • le risorse economiche, di spazi e di personale
  • l'esperienza e l'empatia degli operatori impegnati nell'intervento
  • il fatto che le attività siano riconosciute dalla popolazione come utili e divertenti, con un'atmosfera informale e serena (ad es: corsi di cucina salutare", gruppi di acquisto di quartiere, apertura di spazi rivolti alle donne, servizi gratuiti o a costi contenuti, corsi di ginnastica e altre discipline sportive accessibili alle famiglie sia per i costi sia per gli orari)
  • la chiarezza dei messaggi di salute e degli slogan
  • il rinforzo dell'autoefficacia e dell'autostima: ad esempio si partecipa più volentieri a un corso di ginnastica, o di cucina, adeguato alle iniziali capacità  motorie o culinarie dei partecipanti

Questi fattori sono importanti soprattutto quando gli interventi sono destinati agli abitanti di aree urbane degradate, ma non vanno trascurati nemmeno negli interventi sulle altre aree urbane.