25 Giu 2015

Stili di vita degli Adolescenti. Atti convegno “Disuguaglianze in Salute”. Campagne “Meno alcol più gusto” e “Una serata speciale”

Stili di vita degli Adolescenti: i risultati del sistema di sorveglianza HBSC 2014

All'auditorium del Ministero della Salute, mercoledì 27 maggio, si è svolto il convegno "Stili di vita e salute degli adolescenti". Sono stati presentati risultati dello studio internazionale HBSC (Health Behaviour in School-aged Children – Comportamenti collegati alla salute in ragazzi di età scolare, OMS) e quelli della sorveglianza sul fumo di tabacco per il 2014.

Lo studio HBSC rappresenta come è noto lo strumento per il monitoraggio dei fattori e dei processi che possono determinare degli effetti sulla salute degli adolescenti, attraverso la raccolta di dati sulla salute, sui comportamenti correlati e sui loro determinanti. ll GYTS (Global Youth Tobacco Survey – Indagine sull’Uso del Tabacco nei Giovani) è un sistema di raccolta dati sull’uso del tabacco nei giovani. L’HBSC e il GYTS entrano a far parte del progetto “Sistema di indagini sui rischi comportamentali in età 6-17 anni”, promosso dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e dal Ministero della salute con il Ccm, l'Istituto Superiore di Sanità (ISS), le Università di Torino, Siena e Padova.

Hanno partecipato tutte le regioni. Sono stati raccolti complessivamente 77.113 questionari nel 2010 e 63.148 nel 2014, con un campione rappresentativo per tutte le regioni italiane. Alla rilevazione 2014 hanno partecipato 3.317 classi distribuite in tutta la penisola.

 

Per approfondire:

Atti del convegno "Disuguaglianze in Salute"

Il 25 aprile 2015 si è tenuto a Verona il convegno "Disuguaglianze in Salute, dal CCM ai Piani di Prevenzione".
Come è noto le condizioni socio economiche e culturali e il livello di istruzione incidono fortemente sulle azioni individuali e collettive che determinano la salute, con un rilevante e dimostrato peso nell’aspettativa di vita e in moltissime patologie.
Nel Progetto CCM “Individuazione delle disuguaglianze in salute e creazione di modelli di azioni di sorveglianza e contrasto” sono state implementate le strategie ritenute più efficaci per  raggiungere sottogruppi di popolazione “hard to reach”, a partire dall’ambito dello screening citologico, con attenzione alle priorità di salute emergenti, agli strumenti legislativi e alla mediazione linguistica e culturale.
Nel convegno di Verona sono stati divulgati i risultati del progetto, anche allo scopo di allargare il confronto ad un gruppo sempre più  ampio di operatori sanitari (operanti nell'ambito clinico e della prevenzione, oltre naturalmente a quelli coinvolti direttamente negli screening e nella mediazione linguistico culturale).
  • Sul sito del Dipartimento di Prevenzione dell'Ulss 20 di Verona sono stati pubblicati gli atti del convegno (presentazioni e audio-videoproiezioni).

Campagna di comunicazione per la lotta all’abuso di alcol 2015

La campagna, realizzata dal Ministero della Salute, è stata pensata per i giovani e utilizzerà linguaggi e codici espressivi tipici dei ragazzi; essa si svilupperà attraverso i canali e i luoghi di scambio di informazioni abitualmente frequentati dai ragazzi, primo tra tutti il web.

 

Per approfondire:

Meno alcol PIU’GUSTO – La campagna 2015

La nuova Campagna 2015 di “meno alcol PIU’ GUSTO” (promossa dal Gruppo Alcologia del Dipartimento per le Dipendenze dell’Ulss 6 di Vicenza) lancia “BRILLO O BRILLANTE”. Da aprile ad ottobre 2015 essa prevede 144 giornate-evento, con il coinvolgimento di 130 realtà su scala nazionale.  Il nuovo concept comunicativo vuole stimolare con ironia il senso critico e la consapevolezza nel consumo di alcol: c’è differenza tra essere brillo e essere brillante.

 

Per approfondire: